Cerca nel Blog e Testo

Chi siamo | Farmacie di turno | Numeri utili | IL Meteo | Oroscopo | Mazara News Tv | Mazara | Marsala | Campobello | Petrosino

A Mazara del Vallo formati 22 neo Osservatori nazionali ICCAT

(Venerdì 19 Maggio 2017)
Mazara - Dopo la positiva esperienza del 2016, anche quest’anno 22 giovani hanno preso parte al corso di formazione per Osservatori nazionali - ICCAT che si è tenuto nei giorni presso i locali della "Boats Services di Elena Pernice" a Mazara del Vallo. Già nei prossimi giorni, la maggior parte dei frequentatori, tutti
giovani specializzati in biologia marina alcuni dei quali provenienti dall’Università di Palermo, sarà imbarcata su diverse unità da pesca della flotta Mazarese per iniziare la loro avventura in mare nella delicata veste di Osservatore nazionale ICCAT.

Si è trattato di un corso autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali nell' ambito della Campagna di pesca del tonno rosso 2017 ed organizzato dall' Università Politecnica delle Marche in collaborazione con la OCEANIS srl di Ercolano (NA) e di COFREPESCHE (Francia).

La scelta di organizzare nuovamente a Mazara del Vallo tale tipologia di corsi di formazione destinati ai nuovi osservatori nazionali è significativa dell’importanza che riveste la Marineria locale anche nell’ambito della Campagna del tonno rosso, che come tutti gli anni, vede numerose navi da pesca iscritte nel Compartimento marittimo di Mazara impiegate nelle operazioni di rimorchio delle gabbie di tonni in tutto il Mar Mediterraneo.

Mazara del Vallo si propone come Marineria guida e centro di riferimento nazionale anche per quanto attiene alle specifiche procedure di certificazione che autorizzano le unità a tale tipo di attività, del tutto straordinaria rispetto a quella abituale della pesca.

Infatti, in concomitanza dell’inizio della nuova Campagna per la pesca del tonno rosso è stato inviato al Comando Generale delle Capitanerie di porto ed alla Direzione Generale della Pesca uno studio dettagliato elaborato dalla Capitaneria di porto di Mazara del Vallo, proprio in virtù dell’esperienza maturata nelle precedenti analoghe Campagne.

In particolare, dall’approfondimento delle specifiche disposizioni normative di settore, e soprattutto, dall’analisi delle criticità rilevate caso per caso, sulla base di un aperto confronto a livello locale con gli armatori e gli equipaggi interessati, nonché con gli operatori ed i rappresentanti degli organismi di classifica, sono stati definiti dei modelli di autorizzazione che contemplino tutte le diverse esigenze connesse alla singolare attività in mare, sia da un punto di vista amministrativo che da quello operativo.

Il positivo riscontro registrato al termine della scorsa Campagna, attestata dall’assenza di incidenti in mare e di provvedimenti sanzionatori a fronte di condotte irregolari, induce a ritenere applicabili anche per la Campagna 2017 le procedure ed i format adottati finora.

L’obiettivo dello studio è quello di consentire l’individuazione delle cd. best practices che stabiliscano i requisiti minimi e gli standard di sicurezza che tutte le unità da pesca richiedenti devono soddisfare onde uniformare procedure e format autorizzativi a livello nazionale, creando così condizioni di concorrenza e di trasparenza sia per le Autorità Marittime coinvolte che per gli stessi operatori interessati.

Fonte comunicato: Capitaneria di Porto di Mazara

Nessun commento:

Posta un commento

Non perderti una notizia su Mazara. Segui Mazaranews.blogspot.it su Facebook e su Twitter