Cerca nel Blog e Testo

Chi siamo | Farmacie di turno | Numeri utili | IL Meteo | Oroscopo | Mazara News Tv | Mazara | Marsala | Campobello | Petrosino

“Giornata Mondiale del Rifugiato”: incontri e dialogo a Marsala

Partecipati gli appuntamenti in programma.
(Lunedì 19 Giugno 2017)
Marsala - A Marsala, la “Giornata Mondiale del Rifugiato” ha visto ieri diversi appuntamenti iniziati in mattinata con una partita di cricket promossa dalla delegazione regionale della Federazione Cricket Italiana e sostenuto dal CONI, dall’UNHCR-Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati e dalla Croce
Rossa Italiana. Il programma, che si avvalso del patrocinio dell'Amministrazione Di Girolamo, è poi continuato nel Complesso San Pietro con gli stand espositivi delle Associazioni che hanno collaborato attivamente all’organizzazione della “Giornata Mondiale del Rifugiato”: Solidalia, Amici del Terzo Mondo, Marhaba, Libera, Archè, Giovanicr@zia, Riscopriamo Il Ricamo, Fondazione San Vito Onlus, FO.CO.-Formazione Comunione, Vivere Con e Amuni, nonché le comunità Peter Pan, Bes e Stella Dei Venti. “È stato un momento di incontro – afferma l'assessore Ruggieri – per rafforzare la rete di solidarietà tra quanti si occupano dei migranti e con i quali ci siamo spesso confrontati per assicurare una migliore accoglienza. Sul punto, diversi i progetti in cui impegniamo i giovani sul territorio, sia per il verde pubblico che per collaborare negli scavi a Mozia, quest'ultimo premiato a livello nazionale come buona pratica”. E la giornata, che aveva come tema “Un posto nel Mondo”, ha vissuto intensi momenti di dialogo e racconto di esperienze vissute nel corso dei convegni, con testimonianze di richiedenti asilo e proiezione di video. Nell'Atrio del Complesso – dopo l'estemporanea di ricamo e la sfilata di abiti realizzati da un richiedente asilo – anche il concerto di Mario Incudine che ha chiuso la manifestazione. I suoi brani (“Salina” e “Novumunnu” in particolare) e le poesie recitate (“Lu trenu di lu suli” di Ignazio Buttitta ed altre) sono state un inno alla solidarietà, per dire che nessun uomo è illegale in qualsiasi posto al mondo si trovi.

Alessandro Tarantino

Nessun commento:

Posta un commento

Non perderti una notizia su Mazara. Segui Mazaranews.blogspot.it su Facebook e su Twitter