Cerca nel Blog e Testo

Chi siamo | Farmacie di turno | Numeri utili | IL Meteo | Oroscopo | Mazara News Tv | Mazara | Marsala | Campobello | Petrosino

Marsala, inaugurato il Giardino delle pari Opportunità

Sindaco Di Girolamo e Assessore Angileri: abbiamo restituito alla collettività un altro luogo abbandonato del nostro territorio.
(Lunedì 5 Giugno 2017)
Marsala - Il progetto dell’Amministrazione Di Girolamo “Rigeneriamoci”, coordinato dall’Assessore Anna Maria Angileri, è giunto stamani alla sua quarta tappa. Dopo piazza “Peppino Impastato”, Sappusi e Terrenove Bambina, è stato oggi inaugurato in contrada Rakalia, nel quartiere di Santi Filippo e Giacomo, il “Giardino delle pari Opportunità”.

L’Amministrazione comunale, con la collaborazione dell’Istituto comprensivo “Stefano Pellegrino” e delle Associazioni Pega, Metamorfosi e Mamme Attive, e attingendo ai fondi del progetto “Abbattere il soffitto di Cristallo”, ha bonificato l’area dell’antica Fontana risalente al 1911 e la zona circostante che era piena di sterpaglie e rifiuti.

“Continuando nell’azione avviata alcuni mesi addietro abbiamo voluto oggi inaugurare a Rakalia il “Giardino delle Pari Opportunità” – sottolineano il Sindaco Alberto Di Girolamo e l’Assessore Anna Maria Angileri. In buona sostanza abbiamo riqualificato un altro dei luoghi più belli della Città con il sistema del “work in progress” (contiamo infatti di effettuare altre opere con l’ausilio di ulteriori finanziamenti) e lo abbiamo restituito alla comunità di questo versante cittadino con l’invito agli abitanti della zona affinché ne abbiano cura e lo custodiscano. Nell’area retrostante la fontana abbiamo anche posizionato dei giochi per bambini mentre gli alunni hanno piantumato delle piantine per renderla ancor più accogliente”.

Accanto all’antica Fontana è stato anche realizzato dai ragazzi e dalle ragazze della classe 3^ F dell’Istituto comprensivo “Stefano Pellegrino” un murales molto significativo. Partendo da una fonte d’acqua e volendo rappresentare la piena parità fra uomini e donne, gli studenti della “Pellegrino” hanno dipinto un albero che con le sue radici si fa strada verso una falda acquifera. Il tutto contornato da una bilancia simbolo della giustizia con due piatti, perfettamente in linea, su cui spiccano un ragazzo e una ragazza, che saranno gli uomini e donne di domani. A completare il murales anche dei tralci di fiori che intendono rappresentare i bambini della zona.

Alla cerimonia da oggi hanno preso parte oltre al Sindaco e all’Assessore Angileri, anche il vice Sindaco Agostino Licari, la consigliera Linda Licari, il Dirigente scolastico Domenico Pocorobba e la responsabile del Plesso di Santi Filippo e Giacomo Giuseppina Raineri; nonché le responsabili delle Associazioni che hanno partecipato all’iniziativa e il professor Tonino Passalacqua. Proprio il professor Passalacqua, figlio del custode dell’ex acquedotto di Sotana che serviva la Città, ha tracciato la storia delle fontanelle e dell’acquedotto che portando l’acqua nelle abitazioni consentì, agli inizi del 1900, di debellare tante malattie infettive dell’epoca facendo diminuire notevolmente il numero delle vittime per queste patologie.

Nino Guercio

Nessun commento:

Posta un commento

Non perderti una notizia su Mazara. Segui Mazaranews.blogspot.it su Facebook e su Twitter