Cerca nel Blog e Testo

Chi siamo | Farmacie di turno | Numeri utili | IL Meteo | Oroscopo | Mazara News Tv | Mazara | Marsala | Campobello | Petrosino

Mazara, riaperto l'Ospedale Abele Ajello. Cristaldi:“Giornata storica per la nostra Città”

(Giovedì 29 Giugno 2017)
Mazara - “Oggi per la nostra Città è una giornata storica, Mazara del Vallo ha un grande Ospedale. In questi anni la popolazione mazarese ha atteso con ansia e trepidazione la riapertura dell’Abele Ajello ponendosi diversi interrogativi e dubbi che quest’oggi vengono fugati”.

Lo ha detto il Sindaco della Città Nicola Cristaldi nel corso della cerimonia di riapertura dell’Ospedale Abele Ajello.

“Un’opera cosi importante – ha aggiunto il Primo Cittadino - è stata realizzata, paragonata alle opere pubbliche che facciamo in Sicilia, in tempi record, tanto da aver ricevuto riconoscimenti a livello internazionale. Ci sono tanti esempi negativi nella nostra cara e amatissima Sicilia – ha aggiunto Cristaldi -, ma ogni tanto un fiore all’occhiello possiamo mettercelo e l’Ospedale di Mazara del Vallo è indubbiamente un fiore del quale andare fieri. E’ doveroso, da parte mia – ha continuato il Sindaco -, ringraziare quanti hanno lavorato alla realizzazione di tale opera, da chi ha iniziato tutto ciò, l’allora Assessore Massimo Russo e a seguire quanti si sono succeduti, dall’Assessore Lucia Borsellino all’attuale Assessore alla Salute, Baldo Gucciardi, dal Direttore Generale, Fabrizio De Nicola all’attuale direttore Giovanni Bavetta e a tutti i tecnici e amministrativi che in piena sinergia hanno dato vita ad un cosi importante opera. Un grazie – ha concluso Nicola Cristaldi - lo voglio rivolgere anche e soprattutto agli operatori sanitari che dentro la struttura dell’area d’emergenza urgenza hanno fatto fronte alle difficoltà riuscendo inoltre ad iniettare la giusta fiducia e il giusto conforto a pazienti e familiari”.

Da ieri l’ospedale Abele Ajello di Mazara del Vallo è tornato in attività. Con un nuovo look, una imponente ed efficiente struttura, sistemi di risparmio energetico e di sicurezza di ultima generazione, apparecchiature all’avanguardia e personale medico, infermieristico e paramedico ansioso di tornare a fornire un servizio sanitario ottimale alla comunità del territorio.

Dopo circa 5 anni di forzata chiusura per problemi di sicurezza, prima, e per consentire, dopo, la realizzazione del progetto di riqualificazione con un investimento di circa 30 milioni di euro di fondi europei, l’Abele Ajello ha finalmente riaperto i battenti.

Il Pronto Soccorso, la medicina generale, la cardiologia, il laboratorio d’analisi e la radiologia sono già operativi. La radioterapia sarà operativa a breve ed entro pochi mesi saranno operativi tutti gli altri reparti, a partire dalla chirurgia con i complessi operatori e presto si potrà nuovamente tornare a nascere a Mazara del Vallo. La realizzazione del punto nascita è stata infatti ampiamente confermata dallo stesso Bavetta che ha già annunciato “che entro Luglio nascerà nuovamente il primo mazarese”.

Il taglio del nastro e la benedizione dei locali dell’ospedale sono stati preceduti dalla cerimonia istituzionale svoltasi nell’Aula Consiliare di Mazara del Vallo e moderata da Ettore Bruno, alla presenza delle più alte autorità civili, militari, religiose e sanitarie della provincia di Trapani, accolte dal Sindaco di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi, e dal Commissario Straordinario dell’Asp Giovanni Bavetta.

Erano presenti l’Assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi, il Prefetto di Trapani Giuseppe Priolo, il Questore Maurizio Agricola, il Comandante provinciale dei Carabinieri colonnello Stefano Russo, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza colonnello Paquale Pilerci; e ancora: il Vescovo mons. Domenico Mogavero, il presidente dell’Ordine dei Medici provinciale Rino Ferrari, il presidente del consiglio comunale Vito Gancitano, assessori, consiglieri comunali, l’on. Sergio Tancredi e tanti operatori sanitari, in pensione ed in attività, tutti emozionati per l’arrivo di un giorno tanto atteso.

Il Prefetto Giuseppe Priolo ha espresso il proprio compiacimento per “la realizzazione di una cosi importante opera, frutto di un lavoro sinergico delle istituzioni’ dicendosi ben lieto di ‘torno volentieri in questa bella Città”.

Il Commissario dell’Asp Giovanni Bavetta, dopo la proiezione di un video realizzato da Vito Orlando, dell’ufficio stampa dell’Asp sulla storia passata e recente dell’ospedale, ha espresso il “ringraziamento all’Assessore regionale Gucciardi ed al Sindaco di Mazara Cristaldi per la collaborazione fornita, esprimendo un pubblico plauso a tutti coloro i quali, tecnici ed amministrativi si sono prodigati per il raggiungimento di questo obiettivo”. Bavetta ha quindi voluto chiamare sul palco l’ex direttore generale dell’Asp di Trapani ed attuale Commissario del Policlinico di Palermo Fabrzio De Nicola, che ha avuto un “ruolo fondamentale nella realizzazione dell’opera”.

L’Assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi, nel sottolineare il grande lavoro dell’Asp di Trapani con la collaborazione del Sindaco, ha espresso “il ringraziamento ai suoi predecessori Massimo Russo e Lucia Borsellino e ribadito il concetto che gli ospedali del territorio provinciale vanno considerati come un unico sistema di rete per un’offerta sanitaria di qualità”.

Nel corso della cerimonia sono stati premiati alcuni storici primari dell’ospedale di Mazara. Il Commissario Bavetta ha inoltre reso noti i nuovi primariati della sanità provinciale.

Questi i numeri del nuovo ospedale: 123 posti letto, 121 medici, 194 infermieri, 64 OSS, 39 ausiliari, 10 ostetrici. Nuovi reparti previsti rispetto a Pronto Soccorso, cardiologia e medicina: ortopedia, neurologia, oncologia, neonatologia, riabilitazione, lungodegenza e radioterapia.

[Fonte comunicato: Comune di Mazara - Pasqualino Mattarocci]

2 commenti:

  1. Con quale coraggio taglia il nastro chi si è battuto per trasferire la radioterapia complessa da Mazara a Trapani?

    RispondiElimina
  2. Imbarazzante l'atteggiamento di De Nicola.presenti su YouTube decine di video in cui ringraziava ripetutamente Massimo Russo per essere riuscito a finanziare la fondamentale ristrutturazione dell'Abele Ajello nonché per la realizzazione della Radioterapia. Oggi invece non fa alcun riferimento a Russo.

    RispondiElimina

Non perderti una notizia su Mazara. Segui Mazaranews.blogspot.it su Facebook e su Twitter