Ultime Notizie

Esplosione a Catania. Muore Vigile del Fuoco di Trapani

(Mercoledì 21 Marzo 2018)
Trapani - E’ trapanese uno dei due vigili del fuoco deceduti nell’esplosione che, ieri sera, si è verificata in un edificio di Catania, nel quartiere conosciuto come Il Fortino. Si chiamava Giorgio Grammatico di 37 anni, padre di un bambino, assai conosciuto negli ambienti sportivi per la sua militanza nel Trapani calcio. Dal 2000 al 2004, infatti, aveva giocato nel campionato d’Eccellenza, nel ruolo di attaccante. La società granata ha diffuso un messaggio di cordoglio e ricorderà l’ex calciatore in occasione della prossima partita casalinga in programma il 31 marzo.

La vittima e altri quattro colleghi erano intervenuti in via Garibaldi per una fuga di gas al pianoterra di un palazzo del centro storico, dove c’era una piccola officina meccanica per la riparazione di biciclette. Giunti davanti alla saracinesca del locale, il boato. La deflagrazione ha investito quattro pompieri. Giorgio Grammatico e Dario Ambiamonte di Catania, non hanno avuto scampo. Altri due vigili, invece, sono rimasti feriti e sono stati ricoverati al Garibaldi Centro: il primo ha contusioni polmonari, il secondo una ferita lacerocontusa al cuoio capelluto e una frattura parietale. Entrambi sono in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita. All’interno del palazzo è stato rinvenuto carbonizzato il cadavere di un anziano, il titolare dell’officina che viveva in affitto in un appartamento dello stesso stabile, teatro della tragedia. La Procura di Catania ha aperto una inchiesta per far luce sulla vicenda. Separato dalla moglie, Giorgio Grammatico, l’ex bomber che faceva sognare i tifosi granata, aveva trascorso la festa del papà, a Trapani, assieme al figlio Marco di sette anni che gli aveva dedicato una poesia. La mattina successiva era ripartito per Catania dove prestava servizio da due anni. La sera della tragedia lui doveva smontare dal servizio alle 20. Quando alla sala operativa è giunta la chiamata di soccorso, lui è intervenuto assieme ai suoi colleghi, ignorando che quella sua missione sarebbe stata l’ultima.

[Fonte: telesud3.com]

Nessun commento:

Posta un commento