Ultime Notizie

Testimonianze negli Istituti "Borsellino-Ajello" e "Pirandello" e presentazione sul palco delle Europiadi 2018 a Mazara per Andrea Devicenzi nella 2^ giornata di "Progetto 22"

(Giovedì 24 Maggio 2018)
All'insegna della curiosità e delle grandi motivazioni è trascorsa la seconda giornata a Mazara del Vallo del Giro d'Italia formativo 2017/2018. L'iniziativa a cura del mental coach e atleta paralimpico Andrea Devicenzi, ospite della Rete Sophia, per la presentazione di
"Progetto 22", il progetto attraverso cui l’atleta paralimpico si propone di sostenere, supportare e risvegliare nei giovani la consapevolezza che ognuno ha dentro di se, attingendo dalle proprie risorse per lo sviluppo personale.

Nell'aula magna dell'Istituto Comprensivo "Borselino-Ajello", Andrea ha incontrato gli alunni delle classi quinte dei plessi "Ajello" e "Poggioreale", che con grande interesse e partecipazione hanno ascoltato il racconto delle sue imprese, ricevendo una forte spinta emotiva fatta di voglia di fare e grande determinazione, per non arrendersi davanti alle barriere.

Bello l’omaggio dei ragazzi delle classi seconde della scuola media "Paolo Borsellino", che si sono esibiti con il flauto sulle note di "We are the champions" dei Queen e della "Marcia di Topolino" di Jimmie Dodd.

L'incontro si è chiuso con i complimenti e gli attestati di stima rivolti ad Andrea con tanto di foto e autografi.

L’atleta ha incontrato inoltre il dirigente scolastico dell'I.C. "Borsellino-Ajello" Eleonora Pipitone che ha dichiarato: "Una fortissima emozione e un onore avere avuto al nostro fianco oggi colui che con la sua forza emotiva e la voglia di superare gli ostacoli, anche quelli più difficili, ha stimolato gli alunni ad andare avanti lungo il loro percorso di vita".

La mattinata è proseguita poi con l'incontro istituzionale con il sindaco di Mazara del Vallo Nicola Cristaldi, che presso la sede del Collegio dei Gesuiti ha accolto l'atleta Triathlon dichiarando: «È nostro intendimento conferire l'Oscar dello Sport ad Andrea Devicenzi per ciò che rappresenta. Il prossimo Oscar dello Sport avrà come slogan 'Lo sport mi ha salvato la vita', che è la frase che accompagna Andrea, un campione della vita più che dello sport, che ha vinto la medaglia più importante al mondo, la medaglia della Vita».

Nel pomeriggio, altro importantissimo appuntamento per Andrea Devicenzi insieme agli alunni della scuola media Luigi Pirandello. Nella sala conferenze "Prof. Nello Urso" dell'Istituto scolastico mazarese, l'atleta paralimpico ha fornito delle nozioni utili su come oltrepassare le barriere attraverso lo sport, illustrando le varie fasi della sua vita che lo hanno portato ad essere un grande atleta.

Queste le dichiarazioni al termine dell’incontro della Preside dell’istituto Antonina Marino: «La testimonianza diretta secondo me è una delle risorse migliori da dare ai nostri alunni che già da così piccoli cominciano a costruirsi l’idea che l’impossibile può divenire possibile con l’impegno se son cose che possiamo realizzare».

Andrea Devicenzi infine, è stato protagonista sul palco di piazza della Repubblica dell'Europiade 2018, la manifestazione sportiva amatoriale che ha coinvolto sportivi provenienti da tutta Europa, in corso fra Mazara del Vallo, Castelvetrano e Campobello di Mazara. L'atleta ha coinvolto tutti i presenti con la sua presentazione e illustrando a tutti come, attraverso le proprie risorse, si può anche oltrepassare l’impossibile”.

Mazara del Vallo, 24/05/2018

Comunicato Stampa Rete Sophia

Tommaso Ardagna

Nessun commento:

Posta un commento