Ultime Notizie

Mazara scende in piazza per difendere la libertà di scelta delle persone disabili

(Venerdì 14 Settembre 2018)
L’associazione Abilmente Uniti Onlus è molto soddisfatta per la grande partecipazione al sit-in organizzato dalla federazione "Movimento Noi liberi" svolto lunedì 10 settembre sotto il palazzo d’Orleans per rivendicare la libertà di scelta della persona disabile e delle loro famiglie.

La persona disabile è scesa in piazza al suono di "VIVA LA LIBERTA’ " in quanto il D.P.R 589/2018 gli toglie la libertà di scelta imponendo servizi domiciliari con enti accreditati. Siamo stanchi di subire imposizioni di servizi che quasi sempre risultano scadenti e non sufficienti a garantire un livello di benessere dignitoso e vogliamo che gli venga data la libertà di scegliere dove vivere, dove andare e da chi farsi assistere.

Il decreto ad oggi risulta anticostituzionale secondo gli articoli 2, 13 e 32 della costituzione italiana sulla libertà di cura di ogni individuo e non rispetta la L.R n.8/2017 art.9 comma 3 e comma 6.

La persona disabile vuole avere la possibilità di rimanere nel proprio domicilio e solo rispettando il suo volere tale possibilità potrà avvenire. Dopo la manifestazione alcuni componenti della federazione e della First sono state ricevuti dai dirigente Dott. Giglione , dott.essa Rubino e dott.essa Diliberto, dove in primo luogo si sono rammaricate di non essere stati ricevuti direttamente dal Presidente. Gli sono stati consegnate le nostre richieste di modifiche, e si è stati chiari sul fatto di non chiedere più fondi, ma che quelli stessi fondi stanziati e sufficienti per i servizi vengano erogati seconda la libera scelta dell’assistito, dopo un lungo dibattito il dirigente ha preso atto di tutto, promettendo di trasmettere tutto al Presidente Musumeci e di dare adeguata risposta giovedi.

In attesa dell'esito L’associazione Abilmente Uniti Ringrazia il Consigliere Comunale Francesco Foggia che con grande dovere civico e sensibilità ha abbracciato la nostra causa sostenendoci in questa battaglia, scendendo in piazza a fianco dei suoi cittadini per ridare dignità alla persona disabile e alle loro famiglie.

Si dice che nasciamo liberi ma ahimè ad oggi nel momento in cui ti ammali e diventi una persone disabile questa libertà viene barattata e venduta agli enti del terzo settore . Mi auguro che al più presto il governo Musumeci si renda conta dell' errore commesso e cambi questo decreto cosi irrispettoso che lede la dignità umana

Comunicato stampa

Nessun commento:

Posta un commento