Cerca nel Blog e Testo

Chi siamo | Farmacie di turno | Numeri utili | IL Meteo | Oroscopo | Mazara News Tv | Mazara | Marsala | Campobello | Petrosino

M5S, esposto sugli incarichi dirigenziali a tempo determinato presso il comune di Mazara

(Mercoledì 31 Maggio 2017)
Mazara - Gli attivisti del locale meetup comunicano che dopo un'attenta fase di studio degli atti prodotti da questa amministrazione, si è deciso di procedere alla segnalazione alla Corte dei Conti degli atti che hanno portato all’assunzione di ben tre dirigenti non di ruolo presso il comune di Mazara del Vallo.

L’art. 110, comma 1 del TUEL (Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali), per quanto attiene gli incarichi dirigenziali, infatti dispone che:

«Lo statuto può prevedere che la copertura dei posti di responsabili dei servizi o degli uffici, di qualifiche dirigenziali o di alta specializzazione, possa avvenire mediante contratto a tempo determinato. Per i posti di qualifica dirigenziale, il regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi definisce la quota degli stessi attribuibile mediante contratti a tempo determinato, comunque in misura non superiore al 30 per cento dei posti istituiti nella dotazione organica della medesima qualifica e, comunque, per almeno una unità. Fermi restando ì requisiti richiesti per la qualifica da ricoprire, gli incarichi a contratto di cui al presente comma sono conferiti previa selezione pubblica volta ad. accertare, in capo ai soggetti interessati, il possesso di comprovata esperienza pluriennale e specifica professionalità nelle materie oggetto dell' incarico.»

E' dovere pertanto di ogni pubblica amministrazione organizzare i pubblici uffici secondo le disposizioni di legge e in modo che siano assicurati il buon andamento e l’imparzialità della stessa.

Ne consegue che, se da un canto è possibile conferire incarichi dirigenziali a tempo determinato, questi sono comunque possibili nella misura in cui non si superi la percentuale prevista per legge (ovvero il 30% dei posti previsti in pianta organica), limite fissato e stabilito dal legislatore con il chiaro intento di privilegiare l’assunzione del personale degli enti pubblici tramite concorsi (art. 97 Costituzione), consentendo il regolare svolgimento dei servizi attraverso personale assunto a tempo indeterminato.

Ricorrere a personale esterno con incarichi a tempo determinato, comporta un aggravio per la spesa sostenuta dall’ente, invece le pubbliche amministrazioni, in coerenza con l’ordinamento dell’Unione europea, devono assicurare l’equilibrio dei bilanci.

Ma entriamo nello specifico.

Nel comune di Mazara la giunta nel corso di questi anni ha approvato delibere in cui si dispone che la dotazione organica prevista è di n.7 dirigenti.

Da tempo i dirigenti di ruolo a tempo indeterminato presso il nostro comune sono solamente 2, ovvero la Dott.ssa Gabriella Marascia e la Avv. Laura Serra, in servizio rispettivamente presso il I Settore “Affari Generali, Sociali e Culturali” e presso il IV Settore “Servizi demografici”.

L’amministrazione, piuttosto che programmare l’assunzione e tempo indeterminato anche per le restanti vacanti posizioni dirigenziali, in questi anni, ha provveduto alle mancanze in organico affidando gli incarichi dirigenziali all’esterno, ovvero optando per la nomina di dirigenti esterni con contratto a tempo determinato e sino alla fine del mandato del sindaco.

Infatti, dal 2014 ad oggi sono in servizio presso il II settore (Gestione delle risorse) e presso il III Settore (Servizi alla città e alle imprese) rispettivamente la Dott.ssa Maria Stella Marino e l’Ing. Stefano Bonaiuto.

Inoltre dal 2016 è stato incaricato quale dirigente della Polizia Municipale il Dott. Salvatore Coppolino, incarico che a nostro avviso ha determinato il superamento del limite stabilito dall'art. 110 Tuel per gli incarichi dirigenziali con contratto a tempo determinato.

Fa specie aver rilevato la consapevolezza da parte della stessa giunta dell'impossibilità a procedere a tale assunzione, tant'è che già nel 2014, e precisamente nella deliberazione di giunta municipale n. 145 del 20/10/2014, la stessa giunta specificava quanto segue: “Evidenziato che allo stato attuale risulta vacante il posto di dirigente di P.M. e che per la copertura dello stesso, che risulta prioritaria, non è possibile procedere con assunzione a tempo determinato prevista dall'art. 110 del D. Lgs 267/2000 poiché si supererebbe la percentuale del 30% dei posti di dirigente previsti nella dotazione organica vigente;”

Quindi, a nostro avviso, nel comune di Mazara, in questi anni, non solo non si è programmato di bandire appositi concorsi per tutti i posti vacanti di dirigente, ma si è assunto personale non di ruolo oltre il limite previsto dal Testo Unico degli enti locali.

Ritenendo non conforme alla legge la condotta riguardante l'affidamento degli incarichi dirigenziali abbiamo provveduto ad inoltrare un dettagliato esposto a firma dei portavoce Sergio Tancredi e Nicolò La Grutta presso la Procura della Corte dei Conti, al fine di chiedere una verifica sulla regolarità dell'affidamento degli stessi nel comune di Mazara del Vallo da parte del sindaco e se l'eventuale illegittimità degli atti abbia causato un danno erariale all'ente.

Cordiali saluti

Gli attivisti del meetup di Mazara del Vallo

1 commento:

  1. Visto e considerato che l'Ing. Stefano Bonaiuto é dimissionario e che sono in corso le valutazioni per nuovi candidati,perché il prossimo dirigente non é assunto a tempo indeterminato ? E magari selezionando un tecnico competente non sempre proprio del luogo ? Tanto per riuscire ad avere l'acqua tutti i giorni dell'anno, e pure in pressione, e non vivere più la disdicevole situazione attuale, indegna di una città che ora si auto-fregia del titolo di "Mazara Capitale"...!

    RispondiElimina

Non perderti una notizia su Mazara. Segui Mazaranews.blogspot.it su Facebook e su Twitter