Ultime Notizie

Iniziano i lavori sulla Mazara-Torretta, appalto a un'impresa messinese

(Martedì 13 Febbraio 2018)
Mazara - Dopo «tormentati» anni di attesa, al via i lavori per il rifacimento della strada provinciale 38 Mazara – Torretta Granitola. L’Urega di Trapani ha aggiudicato provvisoriamente l’appalto bandito dall’ex Provincia dopo una serie di problemi
tecnici e burocratici che si trascinano da dieci anni. Ad aggiudicarsi la gara di circa 3 milioni e 500 mila euro è stata la ditta Presti srl di Terme Vigliatore, in provincia di Messina, che ha offerto un ribasso del 11,2523%.

Le imprese partecipanti all’appalto erano 201. L’ex provincia oggi Libero Consorzio comunale, ha già ricevuto la determinazione dell’Urega e non dovrà fare altro che una semplice presa d'atto e l’aggiudicazione definitiva della gara per dare inizio ai lavori. La gara per la S.P. 38 ha una vicenda particolare con tanta carta bollata nel mezzo. Un progetto che risale a oltre dieci anni fa quando assessore ai lavori pubblici provinciale era il mazarese ingegnere Aldo Dolores. La strada collega Mazara con la borgata di torretta Granitola e è molto frequentata, ha una carreggiata stretta e piena di curve e buche, lunga circa sette chilometri e scorre lungo la costa (vero balcone sul Mediterraneo), ha il manto stradale sconnesso, la carreggiata è quasi sparita, i margini sono pericolosi e pieni di <<trappole>>, molte caditoie sono scoperte, nel caso di abbondanti pioggia, come è successo qualche giorno fa , la mancanza di reti contenitive causa lo scivolamento dei detriti nella strada che è stata tetro di numerosi incidenti stradali gravi e qualcuno mortale, pericolosa d’estate e d’inverno, l’ultimo incidente in ordine di tempo, tre giorni fa. Feriti entrambi i conducenti della moto e dell’auto il cui impatto è avvenuto nella curva <<a gomito>> intrisa da materiali scivolosi provenienti dal mare. La gara, inizialmente, era stata vinta da un gruppo di imprese (Ati) che aveva effettuato un max ribasso del 53% poi, però, non si sa per quale motivo, ha rinunciato. È subentrata la Viastrada di Palermo, la stessa che lavorato per la realizzazione, della sopraelevata. Da oltre due anni i lavori sono fermi. Quando nella scorsa estate, l’ultimo passaggio burocratico sembrava fosse stato superato, ecco che è venuta fuori un’impresa partecipante alla gara bandita dall’ex Provincia di Trapani ed espletata dall’Urega, che ha reso noto al Libero consorzio comunale un preannuncio di ricorso al Tar perché sarebbe stat esclusa ingiustamente. Osservazioni che sono state condivise dal responsabile unico del procedimento. Quindi una nuova gara. L’appalto era stato aggiudicato provvisoriamente lo scorso luglio dell’Urega di Trapani alla <<Valori scarl Consorzio Stabile>> di Roma, che aveva offerto un ribasso del 12,3758% rispetto a una base d’asta di 3 milioni e 472 mila euro. In settimana il Libero Consorzio comunale dovrebbe dare il via libero all’Impresa Presti srl. Per l’inizio dei lavori.

[Fonte: gds.it - Salvatore Giacalone]

Nessun commento:

Posta un commento